domenica 8 marzo 2015

CORRERE e l'alimentazione scorretta

Ho appena finito di leggere un interessantissimo articolo presente nella rivista CORRERE riguardante l'alimentazione, in particolar modo i trucchi attraverso i quali le aziende "alimentari" provano a fregarci riempiendo i loro "alimenti" di zucchero, sali e altre cose inutili e dannose, affinché si creino colori e gusti idonei ad un nostro costante acquisto di quei prodotti studiati soltanto da un punto di vista commerciale, non certo da quello della salute!
Ma, appunto, sono prodotti e non alimenti, anche se vengono venduti come alimenti, sigh!
Alla fine, non si capisce se quando uno va al supermercato, cerca e trova bici o soltanto robe che potremmo definire "optional" se non "gadget".. pensateci bene!

E' incredibile la quantità di cibo, comprese le bevande, che sono letteralmente piene di schifezze.
Ma noi, schiavi del gusto e del colore, non soltanto del cibo in sé ma anche e soprattutto della confezione, del logo, degli spot e del colore del cibo ritratto nella confezione (poi una volta aperto.. per carità!!!, pare cibo morto per gente morta!!!), non facciamo altro che finanziare chi ci fa del male, siamo veramente dei masochisti (i produttori invece dei sadici e pure miliardari alla facciazza nostra!).

Ora non vi sto ad elencare cosa fa bene e cosa no, volevo solo ricordare a tutti quanti, sportivi e sedentari, giovani e vecchi, di guardare sempre le etichette e, prima di acquistare, informarsi su cosa vogliano dire certe sigle e termini con cui non si ha confidenza.
Attenzione non solo a merendine e bevande, ma anche ai biscotti che tutti reputiamo non so perché sicuri, forse perché pubblicizzati per i bambini, target strategico per le aziende poiché sono i bambini ad indirizzare gli adulti (genitori) verso ben determinati acquisti, e questi come possono rifiutarsi di comprare prodotti visti in TV e di cui tutti si "nutrono"? C'è chi addirittura organizza feste di compleanno al merdonalz, tra questi anche dei professori, rendiamocene conto!!!
Per la gente che non si cura dell'alimentazione, ogni cibo è uguale, le etichette riportano solo sigle di cui non ce ne deve fregare nulla perché a noi deve importare soltanto il poter riempire la panza allegramente.

Per fortuna ho trovato dei biscotti bio, leggerissimi con solo 0,78g di zucchero, contro i 21g delle Gocciole o i 25 dei Bucaneve! Ho anche trovato dei succhi di frutta composti soltanto da polpa, mentre so di tanti succhi in cui la frutta è presente in quantità limitata (30% ma si arriva addirittura a 12%)!

Zucchero e sale servono per incrementare il gusto ma più ne mettiamo, più il gusto originario viene perso e alla fine ci nutriamo solo perché sentiamo questi composti chimici.
Ora, a pranzo, ho mangiato patate lesse senza sale e fragole senza zucchero!!!!!

A proposito di CORRERE, inteso come attività fisica, mi chiedo come sia possibile che tanti ciccioni e obesi rischino di compromettere la salute delle loro ossa correndo, se prima non modificano la dieta e non fanno altri esercizi. Una persona in sovrappreso non dovrebbe per prima cosa correre, perché rischia di farsi veramente male, inoltre avrà poca coordinazione ed equilibrio, quindi oltre ai dolori alle articolazioni, rischia anche di cadere e sbattere la testa..

Nessun commento:

Posta un commento