martedì 27 marzo 2012

Dove prendere la ciclopista Rivalta-Rivoli

IL MIO SITO

Per poter pedalare lungo il percorso di "Corona di delizie", non si può non passare da Rivalta e Rivoli.

E per fare ciò è necessario utilizzare una stradina che forse non tutti conoscono. Stradina senza la quale bisognerebbe passare dalla stretta e trafficata, quindi pericolosissima, via principale Via Rivalta (SP143).

Allora, da Rivalta dovete entrare nel cosidetto Villaggio Aurora (ma non è un villaggio e neanche un camping, semplicemente una zona ricca di ville) per poi prendere o Strada Appennini (una breve parte sterrata ad inizio della pista ciclabile; attenti però alle possibili auto dei contadini che hanno lì nei paraggi le loro terre) o Strada Antica Rivoli-Rivalta (completamente sterrata; lo sterro termina quando la strada incrocia la pista ciclabile proveniente da Strada Appennini), che si trovano all'estremità Nord di questa zona residenziale (la seconda la si prende andando prima all'estremità Ovest).
Qui il link della mappa.

Da Rivoli, invece, e per la precisione dal castello di Rivoli, potete scendere dalla strada che scende in picchiata ad Est del castello e che è, almeno per il momento, chiusa al traffico automobilistico (c'è una transenna, messa però un po' di lato, quindi prendete questa mia info con le molle, sempre meglio essere prudenti!). Sì, è la strada che un tempo, prima dei lavori per la realizzazione della risalita meccanica era costellata di grandiosi alberi ai lati..
Al primo bivio di questa strada in discesa girate a destra e fate lo stesso per il secondo bivio, così spunterete lungo un viale alberato che andando dritti vi porterà in via Don Giovanni Peretti (in realtà bisogna svoltare per pochi metri a destra e poi a sinistra). Giunti in un grande piazzale dove si svolge il mercato, girate ancora una volta a destra in via Balegno e subito dopo a sinistra in via Braia.
Giungerete in una via importante, via Mazzini. Girando a destra, questa via vi porterà in via generale Chiaperotti, ovvero lo stradone che probabilmente avrete fatto in salita all'andata per raggiungere il famoso castello.
Qui il link della mappa.

Nessun commento:

Posta un commento