venerdì 13 luglio 2012

Ieri 3 giovani morti ammazzati sulle strade

Ieri due ciclisti e un pedone sono morti ammazzati dai mezzi motorizzati (alla faccia di chi sui giornali scrive per lamentarsi delle bici sui marciapiedi o altri finti problemi per non badare al sodo, cioè al pericolo delle auto, furgoni e tir). Anzi, sono morti un ragazzo appena maggiorenne, una ragazzina e una ragazza..

Il ragazzo è morto in allenamento, era su strada con un suo compagno e con un dirigente sportivo in auto, quando è scivolato ed un furgone dietro l'ha travolto..

La ragazzina, di appena 13 anni, era anch'essa in bici ed è stata travolta mentre attraversava la strada a poche centinaia di metri dalla sua casa..

La ragazza è stata ammazzata di sera /notet mentre attraversava sulle strisce assieme al suo ragazzo. Il tir non l'ha vista, l'ha schiacciata con ttute le ruote anche del rimorchio sotto gli occhi del fidanzato e di altri passanti scioccati! Il camionista non s'è fermato ma è stato prontamente arrestato dalla Polstrada.

Ieri notte sapevo solo delle prime due tragedie e non riuscivo ad immedesimarmi nei genitori e amici di questi ragazzini e ne loro dolore, è una cosa indescrivibile e inimmaginabile che nessuno dovrebbe mai provare.
E stamattina leggo anche di un'altra ragazza ammazzata per colpa delle strade, dei motori..

Ma gli spot e gare di auto rombanti, oltrechè di alcol, continueranno ad esistere..

Nessun commento:

Posta un commento