mercoledì 30 maggio 2012

Collina di Rivalta: tratto infangato

Ieri, appena sentito il terremoto, ho preso la bici e sono andato fuori città con una delle mie bici (quella da cicloturismo, diciamo così) con l'intenzione di fare un semplice giro in pianura su asfalto.

Però, complice il caldo e la voglia di verde, dopo un po' di tempo (a settembre percorsi vari tratti di sentier in Mtb) sono tornato nella collina morenica di Rivalta. Sono entrato da QUI, in Strada Bonaudo, dove c'è l'indicazione di una "ciclopista". Questa ciclopista non è uniforme, infatti inizialmente presenta solo della ghiaietta, poi dopo un po' la strada è più dissestata, con buche, sassi..e ora per via del temporale di qualche giorno fa, di pozzanghere. Non sono un grande problema, però occupano gran parte della strada.

Ad un certo punto la strada svolta a destra, ma sulla sinistra fate attenzione, perchè c'è un piccolo ponticello in pietra che vi porta in un sentiero, un singletrack anzi, fantastico. Prendendolo da Ovest è praticamente tutto in lieve discesa! Seguendolo, anche quando si allarga un po', vi porta nella periferia di Rivalta.
Ho notato che altri sentieri sono invasi dalla vegetazione. Purtroppo la Primavera ha questo inconveniente nelle colline e nelle nelle zone meno frequentate.

Tornato a casa, ecco un'altra scossa. Ma ero nella doccia e non mi sono accorto di nulla..

Nessun commento:

Posta un commento