sabato 25 ottobre 2014

La corsa, il mio credo!

La corsa è il MIO credo, perché io credo che la corsa, a piedi e in bici, sia una LIBERAZIONE, sia un "volo terreno" (ovvero mi libero in volo pur rimanendo ancora a terra), sia una rincorsa verso qualcosa di grandioso a disposizione di molti ma non di tutti!



Ogni volta che corro mi vengono letteralmente i BRIVIDI perché ogni volta sto costantemente sfidando me stesso, mi sto liberando dal grigio e dalle convenzioni, oltreché dalle convinzioni, vado verso l'ignoto cercando di raggiungere un posto eremitico ed estatico che però sento amico e mi fa compagnia!

Non mi interessa sfidare altre persone, a me interessa liberarmi da chi valuta, da chi giudica, da chi deve incasellare il prossimo! Io sono per la corsa selvaggia in pianura, in salita, in discesa, su asfalto, su sterrato, nei sentieri, nell'erba alta, sui massi, sulla neve..

"Come uno straniero,
non sento legami.. di sentimento!
E me ne andrò,
dalle città,
in attesa del risveglio.."

Nessun commento:

Posta un commento