sabato 9 febbraio 2013

Automobilisti invadono i marciapiedi, feriti e morti

Negli scorsi giorni sia al Nord, Aosta, che al Centro Italia, Roma, dei veicoli sono usciti di carreggiata ferendo e uccidendo diverse persone che camminavano tranquillamente sui marciapiedi.

Alla faccia degli idioti che scrivono sempre stupide lettere ai giornali contro i ciclisti!!!

Come possono delle persone prendersela con un mezzo che procurano 0 o pochissini danni e inconvenienti, ma non dire quasi mai nulla, se non sul piano dell'inquinamento, contro le automobili che sono dei missili mortali?

Intanto l'ASAPS fa sapere che nel 2012 ogni giorno è stato ucciso un ciclista e 40, sempre al giorno, son finiti in ospedale e le cose nel 2013 peggioreranno, poiché il numero di utenti della strada a pedale crescerà. Ma su questa affermazione nutro dei dubbi, infatti posso sperare che gli automobilisti vedendo più ciclisti, adegueranno le loro velocità e manovre. A proposito di sicurezza, si dice che nel resto d'Europa (penso a Germania, Olanda e Danimarca) appena nevica, sono i marciapiedi e le piste ciclabile ad essere ripulite. Provate a fare un giro anche solo nella "smartissima" Torino.

PS: a gennaio un biker olimpionico venne investito da un veicolo a motore durante un allenamento e morì sul colpo!Negli scorsi giorni di febbraio, invece, Hoogerland è stato investito da un'automobilista che svoltando non lo vide arrivare e ora si trova in ospedale con fratture e lesioni varie..

Nessun commento:

Posta un commento