mercoledì 20 aprile 2011

Attenzione: Strada del Nobile


Purtroppo in questi giorni pieni di sole non ho potuto provare nuovi percorsi per via di un brutto incidente capitatomi venerdì scorso mentre scendevo da Strada del Nobile.

Ne parlo brevemente perchè può capitare a tutti e non solo in questa strada.

Praticamente dopo aver percorso un semi curva mi sono trovato di fronte un'automobile che stava attraversando la strada per raggiungerla l'opposta corsia uscendo da un posteggio condominiale. Eravamo dunque perpendicolari e l'automobilista, pur vedendomi, non è riuscito a "sgasare" ma è rimasto lì come pietrificato. Io ho frenato più che ho potuto ma mi sono salvato solo grazie ad una derapata (l'impatto c'è stato ugualmente però..ahiaaa!).

E' un tipo d'incidente molto comune che se coinvolge motociclisti sia in discesa che in pianura e ciclisti soprattutto in discesa può avere drammatiche conseguenze. E' stato il mio primo incidente da ciclista e in quei brevi istanti prima dell'impatto ho avuto una paura assurda di morire e non c'è nulla che possa prevenire ciò, infatti la mia velocità non era da competizione (avevo appena iniziato a scendere uscendo da una residenza in quei paraggi e stavo già pensando all'incrocio che avrei attraversato 100 metri dopo..) e i freni nuovi.

Morale della favola: salite per qualsiasi tortuosa strada collinare (in pianura fate attenzione ai rettilinei, vedo sempre dei sorpassi da formula 1 che se fossi un vigile spararei alle gomme di questi idioti per farli sfracellare contro i muri - non contro i poveri innocenti e salutari alberi - ), ma scegliete discese che o conoscete o che sono state recensite (magari anche da me, eheh) o che non presentano molte case ai lati (usate le fotografie satellitare delle mappe).

Ah, tenete il casco sempre ben allacciato! E' incredibile come molti ciclisti, siano essi esperti, della domenica o urbani, viaggino liberi di questo fondamentale capo d'abbigliamento.

Nessun commento:

Posta un commento